Un giorno in Academy con la Federcarni Nazionale

L’Istituto Alberghiero di Le Castella protagonista alla Butchery Masterclass di Crotone

Si è tenuto nella città di Pitagora, presso la Stagionello Academy, organizzato dalla sezione di Crotone di Confcommercio Calabria Centrale, con il contributo della Camera di Commercio di Crotone e la collaborazione di Federcarni, un importante incontro formativo con i giovani studenti dell’Istituto Alberghiero di Le Castella di Isola Capo Rizzuto, diretto dal dirigente scolastico Vito Sanzo.

La "Butchery Masterclass" è stata inserita dagli organizzatori nel progetto Fondo Perequativo Unioncamere 2017-2018 - Progetto "Orientamento, domanda-offerta lavoro".

Formazione di altissimo livello, curato dai maestri norcini della Federazione Nazionale Macellai, con la presenza eccezionale di Ilario Lui, membro di Federcarni e Responsabile organizzazione del Campionato Italiano Giovani Macellai, e di Alberto Succi, Presidente Federcarni Ferrara e delegato Formazione e Giovani.

All’incontro con gli studenti dell’Alberghiero, svoltosi in piena sicurezza nel rispetto delle norme di distanziamento, si è registrata la presenza di due illustri ospiti: Maurizio Arosio, presidente nazionale di Federcarni, e Marco Tassinari, docente e ricercatore del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università degli Studi di Bologna.

Nella formazione, come nel lavoro, decidere quale debba essere la propria strada non è sempre frutto di decisioni autonome e consapevoli. Soprattutto in virtù dei diversi condizionamenti dei contesti in cui si vive e delle incertezze lavorative che il territorio esprime - dichiara il presidente della Camera di Commercio di Crotone, Alfio Pugliese -. Iniziative come questa vogliono abbattere quel genere di ostacoli presenti sulla strada di tanti giovani crotonesi, che le statistiche fotografano continuamente al vertice dei tassi preoccupanti di dispersione e di abbandono formativo, inoccupazione e disoccupazione, ma anche di sottoinquadramento e flessibilità non tutelata, che poi è anticamera della precarietà”.

L’evento formativo, oltre a istruire un primo passo di costruzione per future professioni, è servito anche a trasmettere messaggi, azioni concrete e conoscenza del valore insito nelle razze animali autoctone della Calabria, come la razza Podolica, per la specie bovina, e la speciale razza Apulo-calabrese, per quella suina.

Il mercato del lavoro richiede una sempre maggiore flessibilità e una forte specializzazione. Per i giovani calabresi, in generale, e quelli crotonesi, in particolare, non è facile riuscire a trovare un’adeguata collocazione alle proprie inclinazioni, che sia peraltro coerente con il percorso scolastico e formativo affrontato. Oggi, è indispensabile avere a disposizione strumenti di conoscenza e orientamento del proprio tessuto produttivo locale e delle richieste che pervengono dalle imprese per la ricerca di risorse umane da inserire nei processi lavorativi, insieme a percorsi che facilitino l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. Spesso - riferisce in una nota i direttore della sezione di Crotone di Confcommercio Calabria Centrale, Giovanni Ferrarelli - i ragazzi si affacciano al mercato del lavoro senza una preparazione adeguata su come valorizzare al meglio le proprie attitudini e competenze. Per questo, come anteprima della tappa di Crotone del Campionato Italiano Giovani Macellai, abbiamo colto l’occasione di avere a disposizione dei grandi professionisti, per creare un momento di formazione specializzata con i futuri cuochi della nostra provincia”.

Il fine del percorso formativo è stato, infatti, quello di costruire una nuova generazione di cuochi e butcher preparati professionalmente, che siano in grado di rispondere alle esigenze di un consumatore sempre più attento alla qualità e alla salubrità di ciò che mangia.

Abbiamo voluto offrire un’opportunità di alta formazione agli studenti dell’Istituto Alberghiero di Cutro - dichiara il consigliere della Camera di Commercio di Crotone con delega al comparto agroalimentare e coordinatore della specifica attività formativa svolta con la speciale collaborazione di Federcarni, Alessandro Cuomo - con input di alto spessore per i docenti messi a disposizione, per qualificare la futura professione e attività dei prossimi cuochi, e fargli approfondire le conoscenze sull’innovazione, riflettendo sull’evoluzione del settore, tanto nella ricerca della qualità della materia prima quanto nello sviluppo dell’innovazione tecnica, da mettere a disposizione di ingredienti e prodotti finiti”.