Il futuro dei giovani si costruisce insieme ai giovani. Pronti i nuovi professionisti nella trasformazione e valorizzazione delle carni.

Il futuro dei giovani si costruisce insieme ai giovani. Pronti i nuovi professionisti nella trasformazione e valorizzazione delle carni.

L’innovazione di Stagionello® e Cuomo Method® sostengono la promozione dei prodotti tradizionali di carne della Lombardia attraverso la formazione specializzata.

Prosegue all’ITAS Tosi di Codogno il percorso formativo promosso dalla Fondazione ITS Agrorisorse con Federcarni

Il futuro dei giovani si costruisce insieme ai giovani. Pronti i nuovi professionisti nella trasformazione e valorizzazione delle carni.

L’innovazione di Stagionello® e Cuomo Method®  sostengono la promozione dei prodotti tradizionali di carne della Lombardia attraverso la formazione specializzata

 

Frutto di una partnership tra istituzioni, enti di formazione e imprese leader nel settore, che operano per una crescita etica dell’agroalimentare italiano, si è attivato a Codogno (LO) un importante percorso di costruzione di competenze specifiche, rivolto a giovani studenti diplomati provenienti da alcune regioni italiane, teso a rispondere al fabbisogno professionale fortemente richiesto nell’ambito della macelleria, degli impianti di trasformazione delle carni, della ristorazione e della GDO.

Promosso dalla Fondazione ITS “Agrorisorse” presso l’Istituto Tecnico Agrario Statale “A. Tosi”, in collaborazione con Federcarni e il sostegno della Stagionello® Academy, si è appena conclusa la parte di didattica della seconda edizione del corso di “Tecniche di innovazione e valorizzazione della filiera carni e derivati”.

Il corso, che volge il suo percorso di conoscenza dai fondamentali della professione agli aspetti innovativi più etici e sostenibili sul mercato, come quelli promossi dal Cuomo Method®, forma tecnici specializzati della filiera capaci di integrare le competenze tecniche di lavorazione e trasformazione con quelle tecnologiche, senza trascurare le competenze trasversali di marketing di customer care.

La prima delle due edizioni sin qui svolte è stata avviata nel gennaio 2021, presso il nuovo laboratorio didattico di lavorazione carni, realizzato dalla Fondazione ITS Agrorisorse con il contributo della Provincia di Lodi, del Polo Tecnico Professionale del settore Agroalimentare per i territori di Lodi e Cremona, della Federazione Nazionale Macellai, della Stagionello® e di altri partners.

I partecipanti della prima edizione, diplomatisi nello scorso mese di dicembre, hanno per la maggior parte trovato già un impiego presso le aziende del territorio.

Contestualmente è partita la seconda edizione del corso e, conclusasi la parte didattica, sono appena stati avviati i percorsi individuali di stage curriculare sia in PMI che in grandi imprese del settore.

In una prospettiva di consolidamento del percorso, la Fondazione si è attivata per formare tecnici sempre più specializzati e pronti ad entrare nel mondo del lavoro con giuste e maggiori competenze, conoscenze e abilità che sappiano coniugare tradizione e innovazione con particolare riguardo alla sostenibilità ambientale e alla riduzione degli sprechi.

Questi specifici percorsi formativi servono a dotare i corsisti di informazioni e strumenti in grado di intercettare e assecondare i desideri dei consumatori, fornendo elementi conoscitivi tecnico-pratici utili a formare una figura professionale specializzata nella trasformazione alimentare di diversi prodotti trattati durante le lezioni, con specifico riferimento all’applicazione del Cuomo Method®, approfondito nel corso di un’uscita didattica presso la Stagionello® Service di Carugate (MI), e secondo i più elevati standard di qualità igienica, sensoriale e nutrizionale, oltre che di gestione e governo del rischio, trasmessi grazie all’apprendimento e all’utilizzo di sofisticate tecnologie che diminuiscono i pericoli legati ai contaminanti biologici e chimici, atte a ostacolare la deperibilità del prodotto, come quelli a marchio Stagionello®.

Oggi, la vera sfida commerciale e professionale sta nel cogliere i nuovi indirizzi del mercato, diversificando l’offerta per farsi trovare pronti ai cambiamenti, se non addirittura anticiparli proponendo il futuro in anteprima - dichiara Alessandro Cuomo, in occasione di una visita presso il laboratorio di Codogno, complimentandosi per il lavoro svolto da Agrorisorse -. Solo così i futuri titolari di proprie attività potranno imparare a gestire e ottimizzare con maggior competenza la propria impresa, mentre ogni operatore del settore potrà interagire sinergicamente all’interno di un gruppo di lavoro o di una linea di filiera, secondo criteri di efficacia ed efficienza e pianificando e controllando tutti gli interventi, a totale beneficio della qualità e dell’originalità del prodotto finale e con un sicuro conseguente trend in crescita, sia di immagine aziendale sia di reddito”.

È fondamentale, dunque, farsi trovare preparati, avvalersi di specifiche competenze, applicare nuove soluzioni tecnologiche e dotarsi di attrezzature moderne e di dispositivi di ultima generazione - meglio se brevettati e validati - in grado di esaltare il gusto e il valore nutrizionale degli alimenti trattati, oltre a garantire la salubrità dei prodotti.

Vogliamo dare ai nostri ragazzi la certezza della continuità rispetto al loro percorso formativo e all’idea di poter diventare tecnici specializzati di un sistema di filiera che non trascuri l’aspetto della managerialità - afferma il dirigente scolastico dell’Istituto Agrario, Antonello Risoli -. La nostra scuola sta facendo progressi notevoli in tal senso, forte anche degli investimenti che mettiamo in campo per acquistare strumenti di nuova generazione per un’agricoltura e una zootecnia 4.0. Abbiamo deciso di promuovere con Agrorisorse il corso di trasformazione delle carni dopo il successo ottenuto con il percorso di specializzazione lattiero-caseario e ora vogliamo inserire nel percorso curricolare scolastico questa specializzazione sulle carni per arrivare a dare un prodotto garantito in ogni sua componente, specie per la salute del consumatore. A tal proposito, con la Fondazione ITS Agrorisorse e il rappresentante di Federcarni, Ilario Lui, a cui si è unito l’interesse speciale del sindaco di Codogno, abbiamo colto con favore la proposta avanzata dall’Accademia Nazionale Italiana Tradizioni Alimentari e dalla Stagionello® Service di programmare un’eventuale produzione e commercializzazione dei nostri prodotti trasformati, sia con una vendita diretta sia per eventuali forniture al mondo della ristorazione o a società di catering e banqueting”.

Da sottolineare la totale disponibilità rivolta all’attività educativa e formativa dell’Istituto Agrario di Codogno da parte del sindaco della città, Francesco Passerini.

È mia intenzione, e della mia Amministrazione, offrire ai ragazzi del lodigiano un’opportunità in più, anche per limitare il fenomeno di spopolamento delle giovani generazioni dal nostro territorio. Siamo al fianco degli adolescenti soprattutto dopo ciò che è accaduto negli ultimi anni, sia per dovere istituzionale sia per sentimento etico e personale verso i nostri giovani. Teniamo allo sviluppo e alla crescita della persona e per questa ragione agevoleremo il percorso delle conoscenze e delle competenze tecnico-professionali promosse dai vari partners all’interno dell’ITAS Tosi. Le attività dell’Agrario - prosegue il primo cittadino - rientrano perfettamente in un progetto di coinvolgimento programmatico di iniziative incluse già all’interno della visione del Polo di Agrifiera, tesa a formare i giovani per inserirli nelle imprese o per avviarli a proprie attività, purché dotati di specifiche competenze, che poi è quanto richiede il mondo del lavoro. Queste attività così specialistiche servono anche a contrastare la diminuzione delle iscrizioni scolastiche. Tocca a noi acquisire e meritare la fiducia dei giovani e dei loro genitori, facendo comprendere loro che queste professioni possono assicurare un futuro solido nell’apparato imprenditoriale del nostro territorio, peraltro leader nel mondo in molti settori, e di poter costruire il loro successo personale a casa propria”.