Roberto Pintadu

Roberto Pintadu nasce ad Alghero nel 1974 in un piccolo paesino in provincia di Sassari. È dall'età di 13 anni che con i compagni di merende inizia a giocare con il fuoco e la griglia...

Una innata passione per la cucina ma per una serie di motivi finisce a studiare ragioneria; lascia la Sardegna a 19 anni arruolandosi nel corpo della Guardia di Finanza di cui ne farà parte fino al 2001. Quell’anno infatti Roberto si congeda per permettere a se stesso di seguire il suo progetto lavorativo… quello che sarebbe diventato il progetto di vita, ma di cui ancora non sentiva il profumo. Lascia tutto per fare l’agente di commercio e poco dopo, grazie ad una persona a lui cara riesce a coronare il suo sogno: lavorare in un agriturismo nel Cuneese con una grossa griglia a legna.


Roberto Pintadu

 

Dal 2004 al 2009 però, per motivi familiari, è costretto a mettere da parte il suo sogno, torta al suo lavoro… ma è in questi anni che conosce la donna che diventerà sua moglie Laura Lattore.  Anche Laura con un ristorante alle spalle sarà complice di Roberto nel riaprire il cassetto e portare alla luce il sogno. Sogno che si traduce nella gestione del Ristorante Mulino del Casale nelle campagne di Asti dove insieme costruiscono una grossa griglia e riprende la sua passione di grigliatore.

Con Laura in sala inizia la nostra nuova carriera... Inizialmente si grigliava prevalentemente tagli di suino. Fino al giorno in cui mi sono interessato al mondo della frollatura. Ho Conosciuto Alessandro Cuomo e la nostra vita è cambiata. Comprai il mio primo Maturmeat® con l’aiuto del mio amico Michele Manica e ad oggi si sono unite altri impianti di maturazione professionali con il Cuomo Method® ed io e Laura non siamo più in campagna… nel 2018 è nato il BiFrò il nostro ristorante nella precollina Torinese. Tra i tanti successi di Roberto e Laura c'è anche un matrimonio e 4 figli bellissimi... Carola, Nicolò, Samuele e Mattia.